trucco permanente

Trucco Permanente

Il trucco permanente è un trattamento estetico nato da qualche anno e che sempre più viene richiesto da donne e, in numero minore, da uomini.

Come il nome stesso suggerisce si tratta di andare a inserire sotto pelle pigmenti di colore così che restino in modo definitivo, permanente per l’appunto.

trucco permanente

Trucco permanente

L’effetto è quello di un make-up sempre vivo e luminoso, senza l’esigenza di doverlo sistemare di continuo. Il vantaggio di questo trattamento è proprio quello di evitare ore ed ore davanti allo specchio a ritoccare il proprio make-up.

Una volta applicato infatti, i risultati resteranno sul viso in modo duraturo, per diverso tempo o almeno fino a quando non si decida di rimuoverlo con il laser. Un trattamento che presenta molti vantaggi: vediamo allora meglio come funziona la tecnica del trucco permanente.

Trucco permanente la tecnica

La tecnica del trucco permanente è molto simile a quella utilizzata per i tatuaggi: si parla in entrambi i casi di inserire sotto pelle pigmenti di colore che restino presenti in modo permanente. La differenza di base è che nel tatuaggio tali pigmenti vengono inseriti più in profondità, mentre nel permanent make up ci si limita a strati più superficiali dell’epidermide.

In sostanza il trucco permanente non va troppo in profondità ed è meno invasivo. I colori utilizzati per questa tecnica sono naturali e sicuri per garantire che non insorgano effetti indesiderati o complicazioni. Con il trucco permanente, quindi, non si va incontro ad alcun problema di intolleranza per la pelle.

Grazie alla tecnica del trucco permanente, anche detta micropigmentazione, si possono oggi correggere imperfezioni del viso o evidenziarne le qualità in modo permanente.

Trucco permanente durata

Ma quanto dura l’effetto del trucco permanente? Per quanto tempo il viso resterà luminoso e pulito come dopo l’applicazione di un make-up? Abbiamo visto le differenze tra il trucco permanente e il tatuaggio: quest’ultimo prevede inserimento di pigmenti di colore più in profondità mentre nella micropigmentazione ci si ferma a strati superiori della pelle.

Ecco allora che a differenza del tatuaggio, il trucco permanente non resta per sempre, pur potendo garantire una durata piuttosto lunga nel tempo. Di base la durata del trucco permanente è soggettiva, dipende da fattori quali ricambio cellulare e profondità dell’incisione. Mediamente il trucco permanente dura dai 2 ai 3 anni, fermo restando che in questa finestra temporale il trattamento deve essere ravvivato più o meno ogni 12/18 mesi.

Trucco permanente pigmenti

Il trattamento come detto si basa sull’utilizzo del pigmento di colore che, come nel tatuaggio, vengono inseriti sotto pelle. Si parla di pigmenti minerali, quindi sostanze che devono essere naturali per evitare qualsiasi effetto collaterale sulla pelle.

I pigmenti colorati nel trucco permanente vanno inseriti nel primo strato del derma grazie al ricorso di aghi. È quindi fondamentale utilizzare pigmenti certificati e approvati secondo le normative vigenti, senza aggiunta di additivi chimici o conservanti.

Non rispettare questi dettami quando si inserisce il pigmento vorrebbe dire esporre la pelle a rischi di complicazioni quali infezioni varie. Ecco perché il trattamento deve sempre essere applicato in centri specializzati e da Professionisti del settore.

Trucco Semipermanente

Il trucco semipermanente, come abbiamo visto, ha una durata non definitiva come ad esempio accade per i tatuaggi. Mediamente dopo una finestra temporale di 2/3 anni tende ad andare via. Appena applicato il pigmento nella cute, produce una lesione che deve poi rigenerarsi.

La pelle ha la capacità di farlo in un periodo di tempo piuttosto limitato: la cicatrizzazione avviene mediamente in 3/5 giorni mentre la fase vera e propria di rigenerazione post trattamento, che consente di fissare definitivamente il pigmento di colore eliminando le particelle superficiali, può avere una durata di circa 30 giorni.

Nel tempo poi il processo di rigenerazione continua portando alla naturale scomparsa del colore (mediamente in 2/3 anni): in sostanza la rigenerazione cutanea post trucco semipermanente fasi che il pigmento di colore sia totalmente eliminato.

Trucco semipermanente cicatrizzazione

La cicatrizzazione post trattamento è, come abbiamo visto, un altro fattore determinante. Si parla di quel processo che si innesca subito dopo aver portato a termine un trattamento di permanent make up ( in Inglese PMU ) dato che, con tale applicazione, si va a produrre una lesione cutanea.

Questa lesione è leggermente più profonda rispetto ad una tradizionale, superficiale, dato che il pigmento di colore lo si inserisce direttamente negli strati interni del derma. La cicatrizzazione delle ferite dipende dalla loro profondità, ecco perché nel trucco semipermanente è richiesto qualche giorno in più: si parla comunque di un periodo che dura mediamente dai 3 ai 5 giorni. Attraverso la formazione di una crosticina sulla pelle, come nei tatuaggi, inizia il processo di difesa con l’eliminazione degli strati superflui di pigmento.

Trucco semipermanente risultato

Una volta terminato questo processo il lavoro effettuato appare nel pieno del suo risultato. Un effetto luminoso che consente di esaltare il viso facendolo apparire in ogni momento della giornata in perfetto stato.

E il risultato del trucco semipermanente è proprio quello di apparire al meglio, come con il make-up appena fatto, per tutto l’arco della giornata. Un trattamento che permette di stare sempre in ordine e di evitare tante perdite di tempo legate alla necessità di sistemarsi il trucco più volte nel corso della giornata.

Trucco permanente: dove si può applicare

In quali zone del viso può essere applicato questo trattamento di estetica così innovativo? Il trucco permanente è finalizzato essenzialmente a sopracciglia, labbra e contorno occhi. Il tutto sempre utilizzando pigmenti bioassorbibili con il grande vantaggio di non essere definitivi e consentire così, periodicamente, di rimodellare le linee del make up in base ai cambiamenti del viso, dato che con il trascorrere del tempo si va incontro all’inesorabile processo di invecchiamento.

Ciò vale per sopracciglia (si parla anche di Microblading), per l’eyeliner, quindi il contorno occhi e per la zona intorno alle labbra. Sono questi i campi di applicazione principali del trucco permanente. Tre zone del viso che hanno bisogno, per varie ragioni, di essere ritoccate con cadenza periodica e che possono essere interessate da inestetismi anche piuttosto evidenti.

Oggi è possibile porre rimedio a qualsiasi problematica di questa natura proprio grazie al trucco permanente o chiamato anche trucco semipermanente.

Trucco SemiPermanente i TRATTAMENTI

TELEFONACI

oppure compila il form sottostante nei suoi campi e verrai ricontattata